Global
Deutschland
España
France
Italia
Magyarország
Österreich
United Kingdom
Carrello della spesa
    Bloom FAQ

    Le nostre domande frequenti

    Bloom App

    Quali versioni software sono compatibili con il sistema Bloom?

    Attualmente, supportiamo le versioni iOS 13.5 in poi e Android 6.0 in poi.

    Posso caricare il mio smartphone mentre faccio un test?

    Sì, tuttavia non è possibile avviare un nuovo test se si ha meno del 30% di batteria.

    Come posso registrare il mio pacchetto di test Bloom nell'app Bloom?

    Nell'app, tocca “Registra test Bloom”, apri il tuo pacchetto di test e tieni il telefono vicino alla parte superiore del pacchetto di test.

    Come posso registrare manualmente il mio pacchetto di test Bloom nell'app Bloom?

    Tocca “Registra manualmente” e inserisci il numero di serie del pacchetto di test Bloom (12 caratteri), che si trova sul retro del pacchetto di test Bloom (vedi immagine di seguito).

    Devo rispondere a tutte le domande entro un determinato tempo?

    No. Prenditi il tempo per leggere attentamente le domande e le risposte. Il tuo rapporto verrà creato una volta che avrai finito di rispondere a tutte le domande e il Bloom Lab avrà completato la misurazione.

    Cosa succede se la connessione internet viene persa mentre sto rispondendo alle domande?

    Non avrà alcun impatto sui tuoi risultati. Puoi generare il tuo rapporto successivamente nella scheda “Rapporti”. Il tuo rapporto in sospeso apparirà lì e potrai generarlo di nuovo in un momento successivo.

    La mia app Bloom ha indicato che devo aggiornare il Bloom Lab all'ultima versione. È obbligatorio?

    Sì, non è possibile procedere senza aggiornare il Bloom Lab. Questo serve per assicurarsi di avere il firmware più recente installato.

    Cosa succede quando ricevo una chiamata durante l'esecuzione del test?

    Puoi ricevere o rifiutare la chiamata e procedere con il test.

    Possono più utenti utilizzare lo stesso dispositivo per effettuare un test?

    Sì, ma ognuno dovrebbe creare il proprio account, poiché i report sono personalizzati e includono dati come età, genere, ecc.

    Cosa posso fare se dimentico la mia password?

    Non memorizziamo la tua password e quindi non siamo in grado di reimpostarla. Purtroppo, ciò significa che se dimentichi la tua password non sarai più in grado di accedere al tuo account.

    Come posso contattare il team di supporto in caso di problemi/feedback?

    Puoi contattare il nostro team di supporto tramite l'app Bloom: Impostazioni > Hai feedback? o Impostazioni > Segnala un problema.

    Come posso cambiare il mio sistema di unità preferito da metrico a imperiale (US) o viceversa?

    Puoi cambiare il tuo sistema di unità preferito tramite l'app Bloom: Impostazioni > Impostazioni dell'account > Sistema di unità.

    Come posso cambiare la lingua dell'app Bloom?

    Puoi cambiare la lingua dell'app Bloom tramite Impostazioni > Impostazioni dell'account > Lingua.

    Dove posso trovare la versione corrente dell'app Bloom?

    Puoi trovare la versione corrente dell'app Bloom nelle Impostazioni dell'app Bloom.

    Come posso esportare i miei dati utente?

    Puoi esportare i tuoi dati di report tramite l'app Bloom: Impostazioni > Impostazioni dell'account > Impostazioni sulla privacy > Esporta i miei dati.

    Come posso uscire dall'app?

    Puoi uscire dall'app Bloom tramite Impostazioni > Esci.

    Cosa succede se cancello l'app Bloom?

    Tutti i test che non sono ancora stati completati verranno eliminati e non possono essere recuperati. Il tuo account utente e i report completati di Bloom non saranno influenzati dall'eliminazione dell'app.

    Come posso eliminare il mio account utente?

    Puoi eliminare il tuo account tramite l'app Bloom: Impostazioni > Impostazioni account > Impostazioni privacy > Elimina il mio account. Nota: questa azione non può essere annullata e non possiamo recuperare i tuoi dati una volta che il tuo account è stato eliminato.

    Per quanto tempo conservate i miei report?

    Conserviamo i tuoi report in modo sicuro a meno che tu non decida di eliminarli tramite l'app Bloom.

    Come posso eliminare un report?

    Puoi eliminare un report andando nella scheda "Report" e scorrendo a sinistra su un report. Successivamente, dovrai confermare l'eliminazione del report.
    Attenzione: una volta eliminato un report, non potrà essere recuperato.

    Perderò i miei report precedenti se passo a un nuovo telefono?

    No, i tuoi report verranno sincronizzati su tutti i dispositivi.

    Perderò qualche report se aggiorno l'app Bloom all'ultima versione?

    No, i tuoi report non verranno persi se aggiorni all'ultima versione di Bloom App.

    Non riesco a accedere al mio account. Cosa posso fare?

    Assicurati di aver inserito le credenziali corrette. Fai riferimento alla FAQ: Cosa posso fare se ho dimenticato la mia password?

    Dove posso trovare i vostri termini e condizioni e la politica dei dati?

    Puoi trovare i nostri termini e condizioni e la politica dei dati nelle impostazioni dell'app Bloom.

    Perché non posso fare un nuovo test?

    Per avviare un nuovo flusso di test, assicurati che il tuo smartphone abbia almeno il 30% di batteria, che il Bluetooth sia abilitato, che lo smartphone sia connesso a Internet e che Bloom Lab sia acceso.

    Bloom Lab

    Qual è il valore del Bloom Lab?

    Il Bloom Lab analizza le strisce di test Bloom in pochi minuti, fornendo risultati quantitativi. In combinazione con l'app Bloom, genera un rapporto personalizzato Bloom Report per te.

    (Osservazione: il test COVID-19 di Bloom è un'eccezione: in questo caso, il sistema Bloom fornisce un risultato di test qualitativo - sì o no alla presenza di anticorpi). Il Bloom Lab utilizza un sistema di riconoscimento delle immagini che consente al dispositivo di identificare ciò che l'occhio umano probabilmente non noterebbe.

    Come posso associare il mio Bloom Lab con l'app Bloom?

    Tocca “Collega Bloom Lab” e quindi posiziona il tuo dispositivo vicino all'anello di luce del Bloom Lab.

    Come posso associare manualmente il mio Bloom Lab all'app Bloom se la connessione automatica continua a fallire?

    Tocca “Associa manualmente” e inserisci il numero di serie del Bloom Lab (sei caratteri), che si trova sulla parte inferiore del Bloom Lab (vedi immagine qui sotto). Per ulteriori istruzioni, vai alla sezione Bluetooth nelle FAQ.

    Posso allontanarmi mentre il Bloom Lab sta ancora effettuando la misurazione?

    Per ricevere un risultato, devi mantenere il tuo smartphone entro la portata di connessione Bluetooth di circa max. 3-5 metri.

    Quando posso rimuovere la striscia di test Bloom dal Bloom Lab?

    Puoi rimuovere in sicurezza la striscia di test Bloom una volta generato e visualizzato il tuo rapporto nell'app Bloom.

    Posso riutilizzare una striscia di test?

    No. Ogni striscia di test è per un solo uso.

    Come posso aggiornare il mio Bloom Lab all'ultima versione?

    Puoi aggiornare il firmware del tuo Bloom Lab all'ultima versione tramite Impostazioni dell'app Bloom > Aggiorna il tuo Bloom Lab.

    Quanto tempo ci vuole per aggiornare il Bloom Lab?

    Non dovrebbe richiedere più di 5 minuti per aggiornare il tuo Bloom Lab all'ultima versione del firmware.

    Il telefono deve essere vicino al lab durante l'aggiornamento del Lab?

    Si consiglia di tenere il telefono vicino all'app per avere un'esperienza fluida. Tuttavia, il telefono può ricollegarsi al lab se la connessione Bluetooth viene interrotta.

    Come posso cambiare l'amministratore di un Bloom Lab?

    Per ripristinare il Bloom Lab, premere il pulsante di reset sul fondo del Bloom Lab per più di 5 secondi. Dopo aver ripristinato il dispositivo, il primo Bloom App a essere connesso ad esso è definito come dispositivo amministratore.

    Cosa posso fare se la connessione Bluetooth viene persa o non può essere stabilita?

    Verificare se il Bloom Lab è pronto per stabilire una connessione (l'anello LED è illuminato con una luce bianca attenuata, ma stabile). In caso contrario, il Bloom Lab potrebbe essere in fase di avvio o un altro utente è connesso al Lab attualmente. Una volta che il processo di avvio è terminato o l'altro utente ha completato la misurazione, il Bloom Lab sarà pronto per la connessione.

    Assicurarsi che il Bluetooth del proprio smartphone sia abilitato e pronto per l'abbinamento.

    Andare nelle impostazioni Bluetooth del proprio smartphone e fare clic su "dimentica" il Bloom Lab. Quindi, ristabilire la connessione.

    Assicurarsi di avere almeno il 30% di carica rimanente sulla batteria del proprio smartphone.

    Portare il proprio smartphone vicino al Bloom Lab e ristabilire la connessione Bluetooth.

    Ho inserito la striscia di test Bloom nel Bloom Lab, ma il Bloom Lab non sembra in grado di leggere la mia striscia di test. Cosa posso fare?

    Prova a reinserire la tua striscia di test con delicatezza.

    Ho ricevuto un messaggio di errore che dice che ho inserito una striscia diversa da quella che ho registrato in precedenza.

    Assicurati che la striscia di test che hai inserito appartenga al pacchetto di test.

    Cosa posso fare se il Bloom Lab mostra un errore (anello rosso acceso)?

    Se l'anello lampeggia in rosso, seguire i passaggi sullo schermo dello smartphone. Se l'anello è illuminato con una luce rossa stabile, contattare il servizio clienti di Bloom Diagnostics all'indirizzo: support@bloomdiagnostics.com

    Continuo a ricevere l'errore: "Il Bloom Lab non è inattivo." Cosa posso fare?

    Si prega di riavviare il Bloom Lab.

    Cosa significa il comportamento dell'anello LED? Come risolvere i problemi?

    Il comportamento dell'anello LED e altri messaggi di errore sono spiegati nelle istruzioni del Bloom Lab

    Scaricamento

    Ferritin Test

    Quali sono le cause della carenza di ferro?

    Il tuo corpo non può produrre ferro da solo, ma deve ottenerlo dagli alimenti che mangi e dagli integratori che prendi. La carenza di ferro può derivare da una dieta povera di ferro, ridotta assorbimento del ferro (come nel caso della malattia celiaca) e perdita di sangue. Un'abbondante mestruazione è una causa comune di carenza di ferro nelle donne in età fertile. Altre cause sono la gravidanza, il parto e le frequenti donazioni di sangue.

    Quali sono i sintomi della carenza di ferro?

    La carenza di ferro è una condizione in cui le riserve di ferro del tuo corpo sono basse o esaurite. Una forma grave di carenza di ferro è chiamata anemia da carenza di ferro, durante la quale il tuo corpo avrà difficoltà a produrre globuli rossi e a trasportare l'ossigeno. I sintomi sono spesso simili e includono:

    Affaticamento
    Debolezza
    Vertigini
    Capacità di esercizio ridotta
    Dispnea
    Mal di testa
    Pelle pallida
    Voglia di cose insolite come ghiaccio, terra o amido
    Tuttavia, alcune persone non mostrano alcun sintomo.

    Come può essere rilevata la carenza di ferro?

    Quando si sospetta una carenza di ferro, i professionisti sanitari spesso eseguono uno specifico pannello di analisi del sangue, chiamato studi sul ferro. Questo pannello di analisi del sangue misura i livelli di ferro, ferritina, transferrina e saturazione della transferrina. Da qui, la carenza di ferro può essere confermata quando i livelli di ferritina sono bassi.

    In alcune situazioni, tuttavia, i livelli di ferritina non riflettono le riserve di ferro, pensa all'infiammazione e all'infezione. Di conseguenza, i livelli di ferritina possono sembrare normali, anche se si è carenti di ferro. In tal caso, il professionista sanitario eseguirà un ulteriore test che misura i livelli di saturazione della transferrina. Se i risultati sono bassi, allora la carenza di ferro può essere confermata.

    Quali sono i sintomi dell'eccesso di ferro?

    Un eccesso di ferro nel corpo può essere il risultato di vari problemi/eventi medici come:

    L'emocromatosi, una rara condizione genetica in cui il corpo assorbe troppo ferro dai cibi
    Frequenti trasfusioni di sangue
    Malattie del fegato

    I sintomi dell'eccesso di ferro includono:

    Stanchezza
    Dolore articolare
    Dolore addominale
    Perdita di peso inspiegabile
    Colorazione anomala della pelle in tonalità bronzo o grigio
    Perdita del desiderio sessuale
    Alcune persone non mostrano alcun sintomo.

    Come può essere rilevato un eccesso di ferro?

    I professionisti sanitari spesso utilizzano la storia medica e familiare, un esame fisico e i test del sangue di routine per diagnosticare l'emocromatosi o altre condizioni che potrebbero causare gli stessi sintomi o complicanze. Il test del sangue misura i livelli di ferritina e di transferrina saturata. Se i risultati non sono chiari, potrebbero essere ordinati altri test - come i test genetici.

    Gli esperti raccomandano di testare l'emocromatosi nelle persone che presentano sintomi, complicazioni o una storia familiare della malattia.

    Chi è particolarmente colpito dalla carenza di ferro?

    La carenza di ferro colpisce una grande parte della popolazione, soprattutto le donne in età riproduttiva (15-49 anni), le donne in gravidanza, i bambini, ma anche gruppi come vegetariani/vegani, atleti, donatori di sangue frequenti e persone con malattie gastrointestinali come la celiachia (intolleranza al glutine).

    Come posso prevenire la carenza di ferro?

    Questo dipende dalla causa sottostante della tua carenza di ferro. Consulta il tuo medico per sapere quale misura preventiva si adatta meglio alla tua situazione.

    Se la carenza di ferro è il risultato di una dieta povera di ferro, potrebbe essere utile conoscere quali alimenti sono ricchi di ferro. In generale, il ferro proveniente da fonti animali è più facile da assorbire dal corpo rispetto a quello proveniente da fonti vegetali. Alcune delle migliori fonti animali includono il fegato (pollo, maiale, manzo), paté di fegato, uova, polpo, cozze e ostriche. Le fonti vegetali ricche di ferro sono alghe, cereali, frutta secca, lenticchie, fagioli e ceci.

    Inoltre, è importante notare che la vitamina C aiuta nell'assorbimento del ferro. Le fonti ricche di vitamina C sono frutti, succhi, patate, cavolfiori e cavoli.

    Qual è l'apporto di ferro giusto se sono vegetariano o vegano?

    L'assorbimento del ferro dipende dalla fonte del ferro. Vegetariani/vegani possono beneficiare di alimenti a base di piante ricchi di ferro come:

    Alghe
    Cereali
    Frutta secca
    Noci
    Tofu
    Lenticchie
    Fagioli (fagioli rossi, fagioli di Lima, soia)
    Ceci
    È importante anche sapere che l'assorbimento del ferro da cibi e integratori alimentari viene migliorato con l'aiuto della vitamina C. Gli alimenti con un elevato contenuto di vitamina C sono frutti, succhi, patate, cavolfiori e cavoli.

    A cosa devono prestare attenzione i vegetariani/vegani nella loro dieta?

    Alcuni alimenti possono inibire l'assorbimento del ferro da cibi e integratori alimentari, pensa al latte e ai prodotti lattiero-caseari, caffè, cacao, cereali, noci e semi. Forse sarebbe meglio evitare di combinare queste fonti con alimenti ricchi di ferro quando si desidera aumentare i livelli di ferro.

    Posso riutilizzare la striscia del test?

    No. Ogni striscia di test è ad uso singolo.

    Posso riutilizzare uno dei contenuti del pacchetto per un nuovo test?

    No, perché tutti i componenti sono destinati all'uso singolo. Ogni kit di test include tutto il necessario per eseguire un solo test.

    Ovarian Reserve Test

    Cos'è l'ormone Anti-Mulleriano (AMH)?

    AMH sta per ormone Anti-Mulleriano - un ormone prodotto dalle cellule che rivestono le tue follicoli ovariche, piccoli sacchi riempiti di liquido che contengono le tue cellule uovo. Dal punto di vista biologico, l'AMH svolge un ruolo importante nella crescita e nello sviluppo dei follicoli.

    Perché sono importanti i livelli di AMH?

    Sono un buon indicatore di quanti ovuli ti sono rimasti nelle ovaie, anche chiamata riserva ovarica. Ad esempio, livelli di AMH più bassi potrebbero indicare una minore quantità di ovuli, mentre livelli di AMH più alti potrebbero indicare una maggiore quantità di ovuli.

    Perché dovrei fare il Bloom Ovarian Reserve Test?

    Ci sono molte ragioni per cui le donne scelgono di fare un test AMH. Forse stai pensando di avere figli in futuro e sei curiosa della tua riserva ovarica. Forse hai cercato di rimanere incinta e vuoi sapere se la tua riserva ovarica è al di sotto, all'interno o al di sopra del range normale per la tua età. Dal punto di vista professionale, misurare i livelli di AMH può aiutare nella personalizzazione del tuo trattamento o prevedere il successo di procedure di tecnologia riproduttiva assistita (ART), come la stimolazione ovarica, il congelamento degli ovuli e la fecondazione in vitro (IVF).

    Quando dovrei considerare di misurare i miei livelli di AMH?

    Il test della riserva ovarica Bloom è destinato alle donne tra i 18 e i 39 anni. È importante sapere che i livelli di AMH raggiungono il picco tra i 15 e i 25 anni, dopodiché iniziano a diminuire e a correlarsi con l'età. Per questo motivo, se misuri i tuoi livelli di AMH a 18 anni, è possibile che questi livelli aumentino fino a quando non raggiungi i 25 anni. Dopo il picco, i livelli di AMH iniziano a diminuire e continuano a farlo con l'età fino a diventare indetecttati circa all'inizio della menopausa. Quindi, potrebbe esserci la possibilità che il tuo livello di AMH sia al di sotto del limite di quantificazione del nostro dispositivo. In media, le donne raggiungono la menopausa all'età di 51 anni.

    Bene sapere:

    In molti studi, i contraccettivi ormonali hanno dimostrato di abbassare i livelli di AMH, il che potrebbe non riflettere accuratamente la riserva ovarica. Tuttavia, i livelli di AMH tendono a riprendersi - e a riflettere meglio la riserva ovarica - a partire da tre mesi dopo la sospensione. Interpreta i tuoi risultati con cautela se stai assumendo contraccettivi ormonali al momento del test della riserva ovarica Bloom.

    Anche una gravidanza influisce sui livelli di AMH, motivo per cui i livelli di AMH dovrebbero essere interpretati con cautela nelle donne che sono in gravidanza o che hanno partorito di recente. Uno studio recente ha mostrato che possono passare fino a cinque mesi perché i livelli di AMH si riprendano, tuttavia questo periodo può variare da donna a donna.

    Livelli elevati di biotina interferiscono con il risultato del test della riserva ovarica Bloom. Pertanto, è meglio interrompere qualsiasi supplemento contenente biotina per 72 ore prima di effettuare il test. Tuttavia, assicurati sempre di consultare il tuo medico prima di apportare modifiche ai tuoi farmaci.

    Per chi è rilevante il test della riserva ovarica Bloom?

    È rilevante per le donne in età fertile e curiose della loro riserva ovarica.

    Qual è un valore AMH normale?

    Ogni donna nasce con circa 1-2 milioni di uova, ma una volta raggiunta la pubertà ne rimangono circa 400.000. Verso la fine dei trent'anni il numero di uova è inferiore a 50.000. I livelli di AMH, che corrispondono alla dimensione delle riserve di cellule uovo, iniziano a diminuire dopo aver raggiunto il picco nella prima età adulta, e più rapidamente dopo i 35 anni. Se un livello di AMH viene considerato basso, entro il range normale (che chiamiamo 'medio') o alto, dipende dai livelli di AMH misurati nella maggior parte delle altre donne della stessa età. Per aiutare a interpretare i livelli di AMH, sono stati definiti diversi intervalli normali di livelli di AMH per diverse fasce di età, in quanto i livelli di AMH devono sempre essere interpretati nel contesto delle altre donne della stessa età.

    Il fatto che i livelli di AMH diminuiscano con l'aumentare dell'età significa anche che i livelli di AMH non dovrebbero essere confrontati tra diverse fasce di età. Ad esempio, lo stesso livello di AMH che potrebbe essere considerato entro il range normale per una donna di 39 anni, potrebbe essere considerato 'basso' per una donna di 26 anni.

    La tua riserva ovarica non è influenzata solo dall'età, ma anche dal tuo background genetico e dall'ambiente a cui sei esposta. È quindi importante ricordare che ognuno è unico, e che la dimensione della riserva ovarica riflette solo la quantità di cellule uovo ma non la loro qualità o le tue possibilità di gravidanza.

    Importante notare, è che i risultati AMH di diversi test o saggi AMH non sono sempre confrontabili. È quindi necessario interpretare il livello di AMH nel contesto del test utilizzato. Il test Bloom Ovarian Reserve ti fornirà un rapporto personalizzato e un'interpretazione dei risultati in base alle ultime ricerche.

    I risultati possono prevedere le mie possibilità di rimanere incinta?

    Nessun test AMH può garantire o prevedere le tue possibilità di rimanere incinta, né confermare l'infertilità. La fertilità dipende da così tanti fattori, come l'età, la qualità delle tue cellule uovo, la genetica ma anche l'ambiente a cui sei esposta. Per questo è molto difficile fare previsioni usando solo AMH.

    Ad esempio, una donna potrebbe avere un basso numero di uova, ma se la qualità di queste uova è buona, potrebbe comunque essere in grado di rimanere incinta.

    Cos'è la riserva ovarica?

    La riserva ovarica è un termine utilizzato per descrivere la quantità di cellule uovo.

    Quanto spesso dovresti misurare il livello di AMH?

    In generale, i livelli di AMH rimangono relativamente stabili durante il ciclo mestruale e diminuiscono con l'età dopo aver raggiunto il picco nella prima età adulta. Tuttavia, ci sono alcune occasioni in cui i livelli di AMH possono fluttuare, come:

    Durante la gravidanza e dopo il parto. Diversi studi hanno dimostrato che i livelli di AMH diminuiscono durante la gravidanza. Una volta nato il bambino, però, i livelli di AMH aumentano di nuovo. Uno studio recente ha mostrato che i livelli di AMH tornano ai livelli basali entro 5 mesi dopo il parto per la maggior parte delle donne. La velocità con cui i livelli di AMH si ripristinano può variare da donna a donna.


    Quando si prendono o si sono appena interrotte le pillole anticoncezionali. In molti studi, le pillole anticoncezionali hanno dimostrato di abbassare i livelli di AMH, anche se tendono a riprendersi - e a riflettere meglio la riserva ovarica - a partire da tre mesi dopo l'interruzione.


    Quando si assumono integratori contenenti biotina. Gli integratori contenenti biotina possono interferire anche con il risultato del test AMH

    In cosa si differenzia il test dell'AMH rispetto ad altri test per la riserva ovarica?

    A differenza degli altri test per la riserva ovarica, i livelli di AMH rimangono relativamente stabili durante il ciclo mestruale, il che significa che possono essere misurati in qualsiasi momento. Inoltre, il livello di AMH è un marcatore più sensibile e più facile da eseguire rispetto ad altri marcatori della riserva ovarica, come l'ormone follicolo-stimolante (FSH) e il conteggio antrale dei follicoli (AFC).

    Il test dell'AMH è qualitativo o quantitativo?

    Il test della riserva ovarica Bloom è un test quantitativo e ti fornirà la tua concentrazione di AMH e un rapporto personalizzato che includerà l'interpretazione e le raccomandazioni appropriate.

    Qual è la differenza tra la quantità e la qualità delle uova e come si relazionano alle possibilità di gravidanza?

    La quantità di uova si riferisce al numero di uova, mentre la qualità si riferisce alle condizioni delle uova. Le possibilità di gravidanza dipendono da una combinazione di fattori, tra cui la quantità e la qualità delle tue uova, che a loro volta sono influenzati dalla tua età, dal tuo background genetico e dai fattori ambientali. Ciò significa che avere livelli di AMH bassi non significa necessariamente che la tua riserva ovarica sia troppo bassa per rimanere incinta.

    Ci sono altri metodi/test per misurare la riserva ovarica?

    Negli anni sono stati sviluppati numerosi test per valutare la riserva ovarica. Esempi sono l'ormone follicolo-stimolante (FSH) e il conteggio antrale dei follicoli (AFC). A differenza dell'AMH, che può essere misurato in qualsiasi giorno del ciclo attraverso un semplice test del sangue, l'FSH è preferibilmente misurato il terzo giorno del ciclo mestruale, mentre l'AFC richiede attrezzature per ultrasuoni e competenze su come utilizzarle.

    La contraccezione ormonale influenza i miei livelli di AMH?

    Possibilmente. Molti studi hanno dimostrato che le contraccezioni ormonali tendono a abbassare i livelli di AMH. Dopo la sospensione della contraccezione ormonale, i livelli di AMH tendono a recuperare e a riflettere meglio la riserva ovarica (a partire da tre mesi dopo la sospensione).

    Quali condizioni sono associate a bassi livelli di AMH?

    In il 10% delle donne, la riserva ovarica diminuisce a un ritmo più veloce. Bassi livelli di AMH possono essere il risultato di una diminuzione della riserva ovarica, o DOR, quando la riserva ovarica è bassa. Potrebbe essere utile sapere che avere una riserva ovarica diminuita non significa necessariamente che una donna non sia in grado di concepire.

    I livelli di AMH sono anche bassi o indetecttabili in caso di insufficienza ovarica prematura (POI), che è una condizione caratterizzata dalla precoce riduzione o disfunzione delle cellule uovo. La POI colpisce l'1% delle donne sotto i 40 anni.

    Nel caso in cui si stia considerando un trattamento di fertilità, i bassi livelli di AMH potrebbero notificare il ginecologo di un rischio aumentato di una scarsa risposta ovarica alla stimolazione ovarica (che viene fatta durante alcuni trattamenti di fertilità). Una scarsa risposta ovarica è una condizione in cui meno di quattro cellule uovo sono sviluppate dopo aver ricevuto il trattamento di stimolazione ovarica. Identificare i bassi livelli di AMH, in anticipo, potrebbe alla fine aiutare ad adeguare il protocollo di trattamento e il dosaggio.

    Quali condizioni sono associate ad alti livelli di AMH?

    Livelli elevati di AMH possono essere il risultato della sindrome dell'ovaio policistico o PCOS, un comune disturbo ormonale. La PCOS è caratterizzata da cicli mestruali irregolari, livelli elevati di ormoni maschili (come il testosterone) e ovaie policistiche. La PCOS colpisce circa l'8-13% delle donne in età riproduttiva. Tuttavia, molti casi rimangono non diagnosticati.

    Per quanto riguarda alcuni trattamenti di fertilità che includono una fase di stimolazione ovarica, i livelli elevati di AMH possono indicare un rischio di sindrome da iperstimolazione ovarica. Questa sindrome è definita come una forte o eccessiva reazione ai trattamenti di stimolazione ovarica. Pertanto, identificare i livelli elevati di AMH, in anticipo, potrebbe aiutare nella personalizzazione dei trattamenti di fertilità.

    Thyroid Test

    Cos'è l'ormone tireostimolante (TSH)?

    TSH - Tireostimolante Hormone - è il principale regolatore della funzione tiroidea nel corpo umano. TSH stesso viene secreto dalla ghiandola pituitaria.

    Perché i livelli di TSH sono importanti?

    Misurare i livelli di TSH è considerato il miglior test per valutare la funzione tiroidea e diagnosticare l'ipotiroidismo.

    Per chi è rilevante il Bloom Thyroid Test?

    Il Bloom Thyroid Test è adatto a tutti sopra i 18 anni, tuttavia, è consigliato sottoporsi al test a coloro che presentano sintomi come aumento di peso o perdita di capelli che possono indicare una tiroide ipoattiva e che desiderano effettuare uno screening per l'ipotiroidismo.

    Qual è il valore normale di TSH?

    Nella maggior parte dei casi, il valore di riferimento normale per il TSH si situa tra 0,4 e 4,5 mIU/L. Un valore inferiore a 0,4 mIU/L può essere un segnale di una tiroide iperattiva (anche chiamata ipertiroidismo), mentre un livello di TSH superiore a 4,5 mIU/L indica tipicamente una tiroide ipoattiva (ipotiroidismo).

    Cos'è l'ipotiroidismo e quali sono le cause?

    L'ipotiroidismo è definito come uno stato di circolazione ridotta degli ormoni tiroidei nel corpo umano, che può verificarsi a causa di un malfunzionamento del sistema ipotalamo-ipofisi-tiroideo. Nei paesi con una sufficiente assunzione di iodio, l'ipotiroidismo è principalmente causato dal disturbo autoimmune della tiroidite di Hashimoto. Altre cause possono essere la carenza di iodio, alcuni farmaci (ad es. amiodarone, litio), trattamenti distruttivi per l'ipertiroidismo o lesioni da irradiazione. È importante sapere che l'ipotiroidismo è più comune nelle donne che negli uomini.

    Quali sono i sintomi dell'ipotiroidismo?

    I segni e sintomi dell'ipotiroidismo possono variare molto da persona a persona e dipendono dall'età, dalla durata e dalla gravità della carenza di tiroide. Alcune persone mostrano solo pochi sintomi o nessuno affatto. I sintomi comuni includono:

    Aumento di peso
    Perdita di capelli
    Stitichezza
    Affaticamento
    Pelle secca
    Intolleranza al freddo

    Come può essere rilevato l'ipotiroidismo?

    I livelli di TSH elevati e al di sopra della norma possono essere un'indicazione di ipotiroidismo.

    Con quale frequenza si dovrebbe misurare il livello di TSH?

    Secondo l'American Thyroid Association (ATA), è consigliabile effettuare uno screening di tutti gli adulti sopra i 35 anni ogni 5 anni. Tuttavia, non c'è un consenso tra le diverse organizzazioni. Le fonti concordano tuttavia sul fatto che con l'età aumenta il rischio di ipotiroidismo.

    Perché l'iodio è importante per la tiroide?

    L'iodio è un elemento essenziale necessario alla ghiandola tiroidea per funzionare correttamente e produrre gli ormoni tiroidei. Tuttavia, un eccesso di assunzione di iodio può anche danneggiare la tiroide. Pertanto, prima di assumere integratori di iodio è sempre consigliato parlare con un medico.

    Come può essere trattata l'ipotiroidismo?

    L'ipotiroidismo è una condizione che può essere trattata con farmaci prescritti.

    Il test della tiroide è qualitativo o quantitativo?

    Il test della tiroide Bloom è un test quantitativo e ti fornirà la concentrazione di TSH e un rapporto personalizzato che include l'interpretazione e le raccomandazioni adeguate.

    Inflammation Test

    Cos'è la proteina C-reattiva (CRP)?

    La proteina C-reattiva (CRP) è un indicatore ben consolidato dell'infiammazione ampiamente utilizzato nella pratica clinica dai professionisti sanitari. La CRP è una proteina prodotta dal fegato come parte della risposta di fase acuta all'infiammazione. Sebbene la CRP sia un indicatore sensibile dell'infiammazione, non è specifico.

    Cos'è l'infiammazione?

    L'infiammazione è una risposta fisiologica importante a vari trigger, come infezione, lesioni tissutali, traumi, radiazioni o contatto con composti chimici (ad esempio alcol, glucosio). L'infiammazione limita l'impatto del fattore dannoso, neutralizzandolo e riparando il tessuto danneggiato.

    L'infiammazione segue un meccanismo molto complesso e talvolta può aumentare in modo sproporzionato agli stimoli, danneggiando anche il tessuto sano nel processo.

    Per chi è rilevante il Bloom Inflammation Test?

    È rilevante per chiunque interessato a stimare il proprio livello di infiammazione. Il test può essere utilizzato da chiunque sopra i 18 anni.

    Qual è un valore normale di CRP?

    I valori di riferimento vengono definiti in base alla letteratura clinica e alle linee guida. La ricerca bibliografica è condotta dal nostro esperto team medico.

    I livelli inferiori a 3 mg/L sono considerati entro il range di riferimento normale.

    Il Bloom Inflammation Test ha cinque diverse classificazioni a seconda dei livelli di CRP. Questi sono: Intervallo normale 100 mg/L.

    I risultati possono diagnosticare una malattia specifica?

    Non è possibile diagnosticare una singola condizione basandosi solo sul livello di CRP. Il CRP non è specifico per la causa dell'infiammazione anche se è un indicatore sensibile, ovvero il livello di CRP aumenta in risposta a lesioni, infezioni, infiammazioni e altro ancora. Il livello di CRP deve sempre essere interpretato alla luce del quadro clinico prendendo in considerazione segni e sintomi presenti, nonché la storia medica e talvolta altri risultati di test di laboratorio.

    Quali fattori influenzano i livelli di CRP?

    Alcuni fattori comuni che influenzano i livelli di CRP sono:

    Inattività fisica
    Obesità
    Una dieta con alto contenuto di grassi saturi, grassi trans o zucchero raffinato
    Fumare
    Stress
    Disturbi del sonno
    Invecchiamento

    Quali condizioni sono associate a livelli elevati di CRP?

    Il livello elevato di CRP può essere causato da molte condizioni diverse. Di seguito puoi trovare un elenco di alcune delle condizioni associate a livelli elevati di CRP:

    Asma
    Malattie autoimmuni come l'artrite reumatoide
    Infezione batterica
    Bronchite
    Cancro
    Malattia celiaca
    Malattia polmonare ostruttiva cronica
    Malattie del tessuto connettivo
    Diabete
    Alta pressione sanguigna (ipertensione)
    Malattia infiammatoria intestinale, ad esempio la malattia di Crohn
    Trauma maggiore
    Pancreatite
    Polmonite
    Infezioni fungine sistemiche (a livello del corpo)
    Infezioni virali

    Kidney Test

    Cos'è la Cistatina C?

    La Cistatina C è un indicatore ben consolidato della funzione renale ampiamente utilizzato nella pratica clinica dai professionisti sanitari. La concentrazione di Cistatina C nel sangue è un marker adatto per valutare la funzione renale e la malattia renale cronica calcolando il tasso di filtrazione glomerulare stimato (eGFR). Il tasso di filtrazione glomerulare indica quanto bene stanno funzionando i reni.

    Qual è la funzione dei reni?

    I reni sono uno degli organi più importanti del corpo umano. Una delle funzioni più importanti dei reni è quella di filtrare le sostanze nocive dal sangue e al tempo stesso trattenere quelle preziose per il corpo. Sono i reni che si occupano di rimuovere le tossine, il sale in eccesso e altri prodotti di scarto dal sangue.

    Oltre all'effetto di filtraggio, i reni agiscono come regolatori, responsabili di mantenere un ambiente costante all'interno del corpo, la cosiddetta omeostasi. Regolano il bilancio delle sostanze, ad esempio gli elettroliti (si occupano della giusta quantità di sodio e potassio nel corpo) e controllano la quantità di acqua nel corpo.

    Cos'è il GFR?

    Come sopra menzionato, una delle funzioni più importanti dei reni è quella di filtrare il sangue rimuovendo scorie e acqua in eccesso per produrre l'urina. Il tasso di filtrazione glomerulare (GFR) rappresenta quanto bene i reni stanno filtrando il sangue.

    Cos'è la malattia renale cronica?

    La malattia renale cronica può essere anche chiamata insufficienza renale cronica e significa che la funzione renale è ridotta per un periodo di tempo più lungo. La funzione dei reni comprende la filtrazione del sangue. Pertanto, una ridotta funzione renale significa che acqua, elettroliti e prodotti di scarto possono essere trattenuti nel corpo. È importante sottolineare che i sintomi della malattia renale possono manifestarsi quando la condizione raggiunge già uno stadio avanzato.

    Per chi è rilevante il Bloom Kidney Test?

    È rilevante per chiunque sia interessato a stimare la propria funzione renale. Il test può essere utilizzato da persone sopra i 18 anni di età. I gruppi particolarmente interessati a stimare la loro funzione renale potrebbero essere:

    Persone con diabete di tipo I e II
    Persone con obesità
    Persone con ipertensione (pressione sanguigna alta)
    Fumatori
    Persone con uso a lungo termine di FANS
    Persone con una storia familiare di malattie renali

    Tali gruppi potrebbero essere a maggior rischio di una ridotta funzione renale.

    Come vengono definite le soglie?

    Le soglie sono definite sulla base della letteratura clinica e delle linee guida. La ricerca bibliografica è condotta dal nostro esperto team medico.

    I risultati possono diagnosticare una specifica malattia?

    Non è possibile diagnosticare una condizione come la malattia renale sulla base del solo livello di cistatina C. Il livello di cistatina C deve sempre essere interpretato alla luce del quadro clinico, tenendo presenti segni e sintomi attuali, nonché la storia medica e talvolta altri risultati di test di laboratorio. Il Bloom Kidney Test è un test per la misurazione dei livelli di cistatina C nel sangue capillare utilizzato per valutare il tasso di filtrazione del sangue nei reni. È destinato allo screening della malattia renale cronica e alla valutazione della funzione renale in individui di età pari o superiore a 18 anni.

    Quali fattori influenzano la Malattia Renale Cronica?

    Alcuni fattori di rischio comuni per lo sviluppo e la progressione della Malattia Renale Cronica includono:

    Diabete
    Obesità
    Fumo
    Pressione sanguigna alta
    Alta consumo di farmaci antinfiammatori non steroidei
    Età
    Storia familiare di malattie renali

    We use essential and functional cookies to provide our services and enhance site navigation. By clicking “Accept All Cookies”, you agree to additionally store and process third party (headquartered in the USA) performance cookies for usage analysis and targeting cookies for advanced marketing efforts. A recent verdict declared the data protection level in the USA inadequate. By accepting you are willing to take the risk that your data might be accessed by the US authorities. You can revoke your consent at any time. Find more detailed information in our