FAQ

Bloom App

Quali versioni di software sono compatibili con il Bloom System?

Attualmente supportiamo le versioni iOS 13.5 e seguenti e Android 6.0 e seguenti.

Posso caricare il mio smartphone mentre faccio un test?

Sì, ma non dovresti iniziare un nuovo test se hai meno del 30% di batteria.

Come posso registrare il mio pacchetto di test Bloom nella Bloom App?

Nell'app, tocca "Registra Bloom test", apri la confezione del test e tocca il coperchio interno (NFC) con la punta del telefono.

Come posso registrare manualmente il mio pacchetto Bloom Test nella Bloom App?

Tocca "Registra manualmente" e inserisci il numero di serie del pacchetto Bloom Test (12 caratteri), che si trova sul retro del pacchetto Bloom Test (vedi immagine sotto)

Riferimento del numero di serie del pacchetto.

Devo rispondere a tutte le domande entro un certo tempo?

No, non c’è problema. Prenditi il tuo tempo per finire il test. Il tuo report sarà creato solo quando avrai finito di rispondere a tutte le domande.

Cosa succede se la connessione internet si interrompe mentre sto rispondendo alle domande?

Non avrà alcun impatto sui tuoi risultati. Puoi provare a generare il tuo report più tardi dalla scheda "Report". Il tuo test apparirà lì.

La mia App dice che devo aggiornare il Bloom Lab all'ultima versione. È obbligatorio?

Sì, non puoi procedere senza aggiornare il Bloom Lab. Devi assicurarti di avere installato il firmware più recente.

Cosa succede se ricevo una telefonata mentre sto eseguendo il test?

È possibile accettare o rifiutare la chiamata e procedere con il test.

È possibile per più utenti usare lo stesso dispositivo per fare un test?

Sì, ma ognuno dovrebbe creare il proprio account, perché i report sono personalizzati e comprendono dati come l'età, il sesso, ecc.

Che cosa posso fare se dimentico la mia password?

Al momento non possiamo recuperare la tua password, quindi i tuoi dati non saranno più accessibili.

Come posso contattare il team di supporto in caso di problemi/feedback?

Puoi contattare il nostro team di supporto tramite la Bloom App: Impostazioni > Hai un feedback? o Impostazioni > Segnala un problema.

Come posso cambiare il mio sistema di unità preferito da metrico a imperiale (USA) o viceversa?

Puoi cambiare il tuo sistema di unità preferito tramite la Bloom App: Impostazioni > Impostazioni account > Sistema di unità.

Come posso cambiare la lingua della mia Bloom App?

Puoi cambiare la lingua della tua Bloom App andando su Bloom App:  Impostazioni > Impostazioni account > Lingua.

Dove posso trovare la mia versione della Bloom App?

Puoi trovare la tua versione della Bloom App nelle impostazioni della Bloom App.

Come posso esportare i miei dati utente?

Puoi esportare i dati dei tuoi report tramite la Bloom App: Impostazioni > Impostazioni account > Impostazioni sulla privacy > Esporta i miei dati.

Come posso uscire dall'applicazione?

Puoi effettuare il logout nella Bloom App: Impostazioni > Log out.

Cosa succede se l'utente cancella l'app?

Tutti i test che non sono stati ancora completati saranno eliminati.
La semplice cancellazione dell'app non significa però che anche i tuoi dati saranno cancellati. Se cancelli la app, i tuoi dati saranno ancora conservati in modo sicuro presso di noi in un formato criptato. Una volta reinstallata la Bloom App ed effettuato l'accesso al tuo account Bloom, i tuoi dati saranno sincronizzati e disponibili.

Come posso cancellare il mio account utente?

Puoi cancellare il tuo account tramite la Bloom App: Impostazioni > Impostazioni account > Impostazioni sulla privacy > Elimina il mio account. Nota: Questa azione non può essere annullata e non possiamo recuperare i tuoi dati una volta che il tuo account è stato cancellato.

Per quanto tempo conserverete i miei report?

Conserveremo i tuoi report in forma criptata fino a quando non deciderai di cancellarli tramite la Bloom App.

Come posso cancellare un report?

Puoi cancellare un report andando nella scheda "Report" e scorrendo verso sinistra su un report. Successivamente, dovrai confermare la cancellazione del report.
Attenzione: una volta che un report è stato cancellato, non può essere recuperato.

Perderò i miei report precedenti se passo a un nuovo telefono?

No, i tuoi report saranno sincronizzati tra i dispositivi.

Perderò qualche report se aggiorno la Bloom App all'ultima versione?

No, i tuoi report non andranno persi se aggiorni all'ultima versione della Bloom App.

Non riesco ad accedere al mio account. Cosa devo fare?

Assicurati di aver inserito le credenziali corrette. Fai riferimento nelle FAQ alla domanda: Che cosa posso fare se dimentico la mia password?

Dove posso trovare i vostri Termini e condizioni e la vostra Politica sulla privacy?

Puoi trovare i nostri Termini e condizioni e la Politica sulla privacy nelle Impostazioni della tua Bloom App.

Perché non posso iniziare una nuova procedura di test?

Per iniziare un nuovo test, assicurati che il tuo smartphone abbia almeno il 30% di batteria, che il Bluetooth sia abilitato, che lo smartphone sia connesso a internet e che il Bloom Lab sia acceso.

Bloom Lab

Qual è il valore del Bloom Lab?

Il Bloom Lab analizza le test strip dei Bloom Test in pochi minuti, dando risultati quantitativi. In combinazione con la Bloom App genera un Bloom Report personalizzato per te.


(Nota: il test Bloom COVID-19 è un'eccezione: in questo caso il Bloom System fornisce un risultato qualitativo - sì o no alla domanda sulla presenza di anticorpi). Il Bloom Lab utilizza un sistema di riconoscimento delle immagini che permette al dispositivo di identificare ciò che l'occhio umano probabilmente non vedrebbe.

Come posso accoppiare il mio Bloom Lab con la Bloom App?

Tocca "Connetti Bloom Lab" e poi tieni il tuo dispositivo vicino all'anello luminoso del Bloom Lab.

Come posso accoppiare il mio Bloom Lab con la Bloom App se la connessione non riesce?

Tocca "Accoppia manualmente" e inserisci il numero di serie del Bloom Lab (6 caratteri), che si trova sul fondo del Bloom Lab. Per ulteriori istruzioni, vai alla sezione Bluetooth delle FAQ.

Posso allontanarmi mentre il Bloom Lab sta ancora misurando?

Per ricevere un risultato devi tenere il tuo smartphone entro il raggio di connessione Bluetooth di circa max. 3-5 metri.

Quando posso rimuovere la Bloom test strip dal Bloom Lab?

Puoi tranquillamente rimuovere la Bloom test strip una volta che il tuo report sarà stato generato e verrà mostrato nella Bloom App.

Una test strip può essere riutilizzata?

No. Ogni test strip è monouso.

Come posso aggiornare il mio Bloom Lab all'ultima versione?

Puoi aggiornare il firmware del tuo Bloom Lab all'ultima versione tramite Bloom App Impostazioni > Aggiorna Bloom Lab.

Quanto tempo ci vuole per aggiornare il Bloom Lab?

Non dovrebbero volerci più di 5 minuti per aggiornare il Bloom Lab all'ultima versione del firmware.

Il telefono deve essere vicino all'app durante l'aggiornamento del Lab?

Si consiglia di tenere il telefono vicino all'applicazione per assicurarsi un procedimento senza interruzioni. Tuttavia, se la connessione Bluetooth dovesse interrompersi, il telefono può riconnettersi al Lab.

Cosa posso fare se la connessione Bluetooth viene persa o non può essere stabilita?

Per resettare il Bloom lab, per favore premi il pulsante reset, situato nel fondo del Bloom Lab, per piu` di 5 secondi. Dopo aver resettato il dispositivo, la prima Bloom App ad essere connessa a tale Bloom Lab è definita come amministratore del dispositivo.

Cosa posso fare se la connessione Bluetooth viene persa o non può essere stabilita?

  • Controlla se il Bloom Lab è pronto per stabilire una connessione (l'anello LED è illuminato con un anello di luce bianca attenuata, ma stabile). In caso contrario, il Bloom Lab potrebbe essere in fase di avvio o un altro utente potrebbe essere al momento collegato al Lab. Una volta che il processo di avvio sarà finito o l'altro utente avrà completato la sua misurazione, il Bloom Lab sarà pronto per la connessione.
  • Assicurati che il Bluetooth del tuo smartphone sia abilitato e pronto per l'accoppiamento.
  • Vai alle impostazioni Bluetooth del tuo smartphone e clicca su "Dimentica" il Bloom Lab. Ristabilisci quindi la connessione.
  • Assicurati di avere almeno il 30% di batteria residua sul tuo smartphone.
  • Avvicina il tuo smartphone al Bloom Lab e ristabilisci la connessione Bluetooth.

Ho inserito la Bloom test strip nel Bloom Lab, ma il Bloom Lab non sembra essere in grado di leggerla. Cosa posso fare?

Prova a reinserire la test strip delicatamente. Non troppo velocemente, non troppo lentamente.

Ho ricevuto un messaggio di errore che dice che ho inserito una test strip diversa da quella che ho registrato prima.

Assicurati che la test strip che hai inserito appartenga alla confezione del test.

Cosa devo fare se il Bloom Lab mostra un errore (anello rosso illuminato)?

Se l'anello lampeggia in rosso, segui i passi indicati sullo schermo dello smartphone

Se l'anello è illuminato con una luce rossa fissa, contatta il supporto di Bloom Diagnostics all’indirizzo:  support@bloomdiagnostics.com

Continuo a ricevere il messaggio di errore: "Il Bloom Lab non è inattivo". Cosa devo fare?

Riavvia il Bloom Lab.

Covid Antibody Test

Cosa sono i coronavirus?

I coronavirus sono una grande famiglia di virus che possono infettare l'uomo e altri animali, come uccelli e mammiferi. Le conseguenze di un'infezione possono variare per i diversi coronavirus. Anche se la maggior parte delle infezioni causate dai coronavirus umani sono lievi, come quelle causate dai virus del "raffreddore comune" (ad esempio hCoV-229E, OC43, NL63 e HKU1), due di essi sono stati responsabili di epidemie con esiti fatali: il coronavirus della sindrome respiratoria acuta grave (SARS-CoV) e il coronavirus della sindrome respiratoria del Medio Oriente (MERS-CoV).

Come si può prendere il COVID-19?

Il SARS-CoV-2 si diffonde da persona a persona attraverso il contatto diretto. Una persona infetta, in media, infetterà da due a tre altre persone, se non vengono messe in atto misure di protezione, come mantenere una distanza fisica di almeno 1 metro.

Il virus si trasmette principalmente attraverso piccole goccioline, che si formano attraverso starnuti, tosse, o quando le persone interagiscono tra loro per qualche tempo in stretta vicinanza (di solito meno di 1 metro di distanza). Queste goccioline possono essere inalate o possono atterrare su superfici con cui gli altri entrano in contatto e vengono poi infettati quando si toccano il naso, la bocca o gli occhi. 

Quando una persona può infettare gli altri?

Il periodo di incubazione è il tempo dall’esposizione al COVID-19 fino al momento in cui iniziano i sintomi. Può durare in media 5-6 giorni, ma varia da 1 a 14 giorni.

Si può diventare contagiosi anche prima che compaiano i primi sintomi. Sembra tuttavia che si sia più contagiosi quando si hanno i sintomi, anche se lievi e non specifici.  È difficile dire per quanti giorni si è contagiosi, perché questo varia molto tra gli individui, ma di solito si tratta di un periodo fino a 14 giorni.

Per questo motivo si consiglia alle persone che sono state esposte al virus di rimanere a casa, isolate dagli altri, per 14 giorni, al fine di prevenire la diffusione del virus.

Quali sono i sintomi di COVID-19? 

Vari sintomi sono associati al COVID-19 e finora nessun sintomo specifico può distinguere un'infezione da COVID-19 da altre infezioni. I sintomi più comuni di COVID-19 sono febbre, tosse secca e affaticamento, seguiti dalla perdita dell'olfatto e del gusto (anosmia). I sintomi più gravi della malattia di COVID-19 includono respiro corto, confusione, dolore persistente o pressione al petto e temperatura elevata (superiore a 38 °C/100,4 °F). Sintomi come mal di testa, mal di gola, naso che cola/congestionato, diarrea e dolori - soprattutto muscolari - sono meno comuni, ma possono colpire alcuni pazienti. 

Test diagnostici 

I test diagnostici confermano se si ha o meno un'infezione attiva e attuale da COVID-19, rilevando direttamente il virus SARS-CoV-2 in un tampone prelevato dal naso o dalla gola.

Tampone molecolare (PCR)

Il test diagnostico più utilizzato al momento è il tampone molecolare o PCR, con il quale viene rilevato il materiale genetico del virus. Questi test sono considerati i più precisi e sensibili.

 

Tampone antigenico

I tamponi antigenici sono un altro tipo di test diagnostico che sta emergendo al momento. Anche questi test vengono utilizzati per confermare se si ha o meno un'infezione attiva e attuale da COVID-19, rilevando direttamente le proteine del virus SARS-CoV-2 in un tampone prelevato dal naso o dalla gola.

Rispetto ai tamponi molecolari, i tamponi antigenici sono meno precisi e sensibili. Il loro vantaggio sta tuttavia nella velocità e nel fatto che non richiedono costose attrezzature di laboratorio.

Test sierologici

I test sierologici, conosciuti anche come test degli anticorpi, vengono eseguiti su un campione di sangue, o una goccia di sangue da una puntura del dito o un prelievo di sangue venoso. I test sierologici rilevano la presenza di anticorpi contro il virus SARS-CoV-2, che vengono prodotti dal nostro sistema immunitario durante il contatto con il virus. In altre parole, i test sierologici, come il test degli anticorpi IgG, mostrano la probabilità di una precedente esposizione al virus SARS-CoV-2, che potrebbe essere avvenuta recentemente o in un passato remoto. Questo test da solo non può essere usato per diagnosticare un’attuale infezione da COVID-19, tuttavia, in alcune porzioni di pazienti che sono negativi ad un test diagnostico tramite tampone molecolare, ma che hanno avuto sintomi che suggeriscono il COVID-19, i test anticorpali possono agevolare la diagnosi.

Gli esperti di tutto il mondo continuano a fare ricerche e ad acquisire conoscenze sull'immunità mediata dagli anticorpi contro il SARS-CoV-2, e ci sono forti indicazioni che gli anticorpi possano effettivamente fornire protezione contro la reinfezione con il virus SARS-CoV-2, la cosiddetta immunità. Conoscere il proprio stato immunitario sarà una conoscenza inestimabile nei mesi a venire, poiché potrebbe influenzare la gestione del COVID-19 nella comunità. Al momento, indipendentemente dallo stato degli anticorpi IgG, è importante continuare a mantenere il distanziamento sociale e a praticare una corretta igiene, seguendo le normative locali.  

Perché i test sierologici, come quello del test Bloom COVID-19, sono importanti?

A livello individuale, il test degli anticorpi è importante per dimostrare una precedente esposizione al virus SARS-CoV-2, che potrebbe essere avvenuta di recente o in un passato remoto. Questo è particolarmente importante per coloro che sono asintomatici ma che possono aver avuto un contatto ravvicinato con una persona che è risultata positiva al COVID-19.

A livello della popolazione, i test anticorpali sono uno strumento importante e utile per determinare l'estensione di un focolaio e la reale prevalenza della malattia COVID-19 nella popolazione.

Se le forti indicazioni che gli anticorpi possono effettivamente fornire una protezione contro la reinfezione con il virus SARS-CoV-2, la cosiddetta immunità, diventeranno un dato di fatto, conoscere il proprio stato immunitario rappresenterà una conoscenza inestimabile nei mesi a venire, poiché potrebbe influenzare la gestione del COVID-19 nella comunità.

Come funziona il test Bloom COVID-19?

Il test Bloom COVID-19 consiste in una finestra per il campione, un tampone di coniugazione con antigeni SARS-CoV-2 rivestiti di oro colloidale e antigeni di controllo rivestiti di oro colloidale, una linea di test con anticorpi anti IgG umane e una linea di controllo con anticorpi anti antigene di controllo. Quando una goccia di sangue e la soluzione del tampone vengono applicate sulla test strip del test Bloom Covid-19, la miscela scorre lungo la striscia. Se l'individuo è stato infettato dal SARS-CoV-2 e ha sviluppato anticorpi contro il virus, gli anticorpi IgG si legheranno agli antigeni SARS-CoV-2 presenti nel tampone coniugato. Questi immunocomplessi vengono poi catturati dagli anticorpi anti IgG umane nella linea di test, creando una linea colorata rilevata dal Bloom Lab. Gli immunocomplessi di controllo sono catturati dagli anticorpi di controllo nella linea di controllo. La linea di controllo viene rilevata dal Bloom Lab per verificare se il test è stato eseguito correttamente. I risultati sono disponibili sulla Bloom App in un report Bloom dettagliato e personalizzato.

Perché diciamo che il nostro test Bloom COVID-19 è un test intelligente?

Diciamo che il nostro test Bloom COVID-19 è un test intelligente, perché se lo si abbina a Bloom Lab, Bloom App e Bloom Analytics, oltre a ottenere i risultati del test dei propri anticorpi IgG, si ottiene anche un'interpretazione personalizzata dei risultati e un report Bloom dettagliato. Il report Bloom si basa sulla propria storia medica passata e recente e sulle attuali linee guida sanitarie riguardanti SARS-CoV-2 e COVID-19.


Il Bloom System è intelligente anche in quanto fornisce dati digitali e una lettura oggettiva dei risultati del test - indipendente dall'occhio umano e dall'interpretazione umana di una linea di test, in cui fattori come l'esperienza o semplicemente le condizioni di luce possono alterare l'interpretazione di un risultato.

Se sono risultato positivo al COVID-19 con un tampone molecolare, perché dovrei sottopormi al test Bloom COVID-19?

Il test Bloom COVID-19 è un test sierologico che ti dice se il tuo sistema immunitario ha sviluppato anticorpi IgG in risposta all'infezione da SARS-CoV-2 e, nel tuo caso, essendo risultato positivo al COVID-19 in base a un tampone molecolare. Gli anticorpi IgG in generale possono fornire l'immunità alle infezioni virali e proteggere dalle infezioni future. Anche se in questo momento la ricerca non ha dimostrato con certezza che gli anticorpi IgG producono immunità al COVID-19 o per quanto tempo persistono nel corpo, la ricerca in corso sta cercando di rispondere a queste domande.

È necessario il distanziamento sociale se sono risultato positivo al test Bloom COVID-19?

Indipendentemente dal risultato del tuo test (IgG positivo o IgG negativo), poiché al momento non è ancora certo che avere gli anticorpi IgG contro il SARS-CoV-2 significhi essere immuni a una successiva infezione dal virus SARS-CoV-2, è importante continuare a mantenere il distanziamento sociale e praticare una corretta igiene seguendo le normative locali. Inoltre, potresti aver raccolto le particelle virali da qualche parte, ad esempio nei trasporti pubblici, e portarle sulle mani, sul viso, su altre zone del corpo e sui vestiti. Anche se in teoria non ci si può reinfettare, questo può aumentare il rischio di infezione per gli altri.

Il mio test Bloom COVID-19 era IgG positivo, cosa significa?

Un risultato IgG positivo su un test Bloom COVID-19 significa che hai anticorpi IgG contro il virus SARS-CoV-2 nel sangue, cosa che dimostra essenzialmente che il tuo sistema immunitario è entrato in contatto con il virus che causa il COVID-19.

Il mio test Bloom COVID-19 era IgG negativo, cosa significa?

Un risultato IgG negativo su un test Bloom COVID-19 significa che non hai anticorpi IgG contro il virus SARS-CoV-2 nel sangue. 

Una test strip può essere riutilizzata?

No. Ogni test strip è monouso.

Posso riutilizzare il contenuto della confezione per un nuovo test?

No, perché tutti i componenti sono monouso. Ogni kit di test include tutto il necessario per eseguire un solo test.

Ferritin Test

Quali sono le cause della carenza di ferro?

Il suo corpo non può produrre ferro da solo, ma ha bisogno di ottenerlo dagli alimenti che mangia e dagli integratori che prende. La carenza di ferro può derivare da una dieta povera di ferro, da un ridotto assorbimento di ferro (come in caso di celiachia) e da perdite di sangue. Avere forti perdite mestruali è una causa comune di carenza di ferro nelle donne in premenopausa. Altre cause sono la gravidanza, il parto e le frequenti donazioni di sangue.

Quali sono i sintomi della carenza di ferro?

La carenza di ferro è una condizione in cui le riserve di ferro del suo corpo sono basse o esaurite. Una forma grave di carenza di ferro è chiamata anemia da carenza di ferro, durante la quale il suo corpo avrà difficoltà a produrre globuli rossi e infine a trasportare ossigeno. I sintomi sono spesso simili e includono:

●     Stanchezza

●     Debolezza

●     Vertigini

●     Capacità di esercizio ridotta

●     Respiro corto

●     Mal di testa

●     Pelle pallida

●     Voglia di cose insolite come ghiaccio, sporcizia o amido

Tuttavia, alcune persone non mostrano alcun sintomo.

Come si può individuare il sovraccarico di ferro?

Gli operatori sanitari spesso usano l'anamnesi medica e familiare, un esame fisico ed esami del sangue di routine per diagnosticare l'emocromatosi o altre condizioni che potrebbero causare gli stessi sintomi o complicazioni. L'esame del sangue misura i livelli di ferritina e di transferrina satura. Se i risultati non sono chiari, potrebbero essere richiesti altri test, come quelli genetici.

Gli esperti raccomandano di testare l'emocromatosi nelle persone che hanno sintomi, complicazioni o una storia familiare della malattia.

Quali sono i sintomi del sovraccarico di ferro?

Il sovraccarico di ferro potrebbe essere il risultato di vari problemi/eventi medici quali:

●     Emocromatosi, una rara condizione genetica in cui il corpo assorbe troppo ferro dal cibo

●     Trasfusioni di sangue frequenti

●     Malattia del fegato.

I sintomi del sovraccarico di ferro includono:

●     Stanchezza

●     Dolore alle articolazioni

●     Dolore addominale

●     Perdita di peso inspiegabile

●     Colore anormale della pelle bronzea o grigia

●     Perdita del desiderio sessuale                

Alcune persone non mostrano alcun sintomo.

Come si può rilevare la carenza di ferro?

Quando si sospetta una carenza di ferro, gli operatori sanitari spesso eseguono una analisi del sangue specifica, chiamata studio del ferro. Questa analisi misura i suoi livelli di ferro, ferritina, transferrina e saturazione della transferrina. Da lì, la carenza di ferro può essere confermata quando i livelli di ferritina sono bassi.

In alcune situazioni,tuttavia, i livelli di ferritina non riflettono le riserve di ferro - pensa alle infiammazioni e alle infezioni. Come conseguenza i suoi livelli di ferritina possono sembrare normali, anche se lei  carente di ferro. In questo caso, il suo medico eseguirà un test aggiuntivo che misura i suoi livelli di saturazione della transferrina. Se i risultati sono bassi, allora la carenza di ferro può essere confermata.

Chi è particolarmente colpito dalla carenza di ferro?

La carenza di ferro colpisce gran parte della popolazione, soprattutto donne in età riproduttiva (15-49), donne incinte, bambini, ma anche gruppi come vegetariani/vegani, atleti, donatori di sangue frequenti e persone con malattie gastrointestinali come la celiachia (intolleranti al glutine).

Come posso prevenire la carenza di ferro?

Questo dipende dalla causa sottostante alla sua carenza di ferro. Consulti il suo medico per sapere quale misura preventiva si adatta meglio alla sua situazione.

Se la carenza di ferro deriva da una dieta povera di ferro, potrebbe essere utile sapere quali alimenti sono ricchi di ferro. In generale, il ferro proveniente da fonti animali viene assorbito più facilmente dal corpo rispetto a quello proveniente da fonti vegetali. Alcune delle migliori fonti animali includono fegato (pollo, maiale, manzo), paté di fegato, uova, polpo, cozze e ostriche. Le fonti vegetali ricche di ferro sono alghe, cereali, frutta secca, lenticchie, fagioli e ceci.

Noti anche che la vitamina C aiuta l'assorbimento del ferro. Ricche fonti di vitamina C sono frutta, succhi di frutta, patate, cavolfiori e cavoli.

Qual è il giusto apporto di ferro se sono vegetariano o vegano?

L'assorbimento del ferro dipende dalla fonte di ferro. I vegetariani/vegani possono beneficiare di alimenti vegetali ricchi di ferro come:

●     Alghe marine

●     Cereali

●     Frutta secca

●     Noci

●     Tofu

●     Lenticchie

●     Fagioli (fagioli rossi, fagioli di Lima, fagioli di soia)

●     Ceci

Ciò che è importante sapere è che l'assorbimento del ferro dagli alimenti e dagli integratori migliora con l'aiuto della vitamina C. Gli alimenti con alto contenuto di vitamina C sono frutta, succhi, patate, cavolfiori e cavoli.

A cosa devono fare attenzione i vegetariani/vegani nella loro dieta?

Alcuni alimenti possono inibire l'assorbimento del ferro dai cibi e dagli integratori, pensi a latte e derivati, caffè, cacao, cereali, noci e semi. Forse sarebbe meglio evitare di combinare queste fonti con cibi ricchi di ferro quando si vogliono aumentare i livelli di ferro.

Can a test strip be reused? 

No. Every test strip is for single use only.

Can I reuse any of the package contents for a new test? 

No, because all of the components are intended for single use. Every test kit includes everything you need to perform one test.

Ovarian Reserve Test

What is the Anti-Mullerian Hormone (AMH)?

AMH stands for Anti-Mullerian Hormone - a hormone produced by the cells lining your ovarian follicles, small fluid filled sacs, which house your egg cells in the ovaries. From a biological perspective, AMH plays an important role in follicle growth and development.

Why are your AMH levels important?

It is a good indicator of how many eggs you have left in your ovaries, also known as the ovarian reserve. For instance, lower AMH levels may be a sign of a smaller egg count, whereas higher AMH levels could be a sign of a higher egg count.

Why should I take the Bloom Ovarian Reserve Test?

There are many reasons why women choose to take an AMH test. Perhaps you are thinking of starting a family in the future, and are curious about your ovarian reserve. Maybe you’ve been trying to get pregnant, and would like to know whether your ovarian reserve is below, within or above the normal range for your age. From a professional perspective, measuring AMH levels can help in the personalization of your treatment or predict the success of assisted reproductive technology (ART) procedures, like ovarian stimulation, egg freezing and in vitro fertilization (IVF).

When should I consider measuring my AMH levels?

The Bloom Ovarian Reserve Test is intended for women between 18 and 39 years old. Now, it is important to know that AMH levels peak between 15 and 25 years old, after which they start to decline and correlate with age. For this reason, if you happen to measure your AMH levels at 18 years old it is possible for these levels to increase until you reach 25 years. After peaking, AMH levels start to decrease and continue to do so as a woman ages until they become undetectable around the onset of menopause. Therefore, there might be a chance that your AMH level is below the quantification limit of our device. On average, women reach their menopause at the age of 51.

Good to know:

In many studies, hormonal contraceptives have been shown to lower AMH levels, which then might not accurately reflect the ovarian reserve. However, the AMH levels tend to recover - and better reflect the ovarian reserve - starting from three months after discontinuation.  Interpret your results with caution, if you’re taking any hormonal contraceptives at the time of taking the Bloom Ovarian Reserve Test.

A pregnancy also influences AMH  levels, which is why AMH levels should be interpreted with caution in women who are pregnant or recently have given birth. A recent study showed that it can take up to five months for AMH levels to recover, however this period can vary from woman to woman. 

High biotin levels interfere with the Bloom Ovarian Reserve Test result. Therefore, it is best to stop any biotin containing supplements for 72 hours before taking the test. However, make sure to always consult your doctor before making any changes to your medication.

For whom is the Bloom Ovarian Reserve Test relevant for?

It is relevant for women of reproductive age and who are curious about their ovarian reserve. 

What is a normal AMH value?

Every woman is born with about 1-2 million eggs, yet once she reaches puberty she is left with about 400,000 eggs. By her late thirties the number of eggs is less than 50,000. AMH levels, which correlate with the size of the egg cell reserve, start to decline after reaching its peak at early adulthood, and more rapidly after 35 years.  Whether an AMH level is considered low, within the normal range (which we call ‘average’) or high, depends on the AMH levels measured in most other women of the same age. To help interpret AMH levels, different normal AMH level ranges have been defined for different age groups as AMH levels always have to be interpreted in the context of other age-matched women.

The fact that AMH levels decrease with increasing age also means that AMH levels should not be compared across different age groups. For example, the same AMH level that could be considered within the normal range for a 39 year old woman, could be considered as ‘low’ for a 26 year old woman.

Your ovarian reserve is not only influenced by age, but also by your genetic background and the environment you are exposed to. It is therefore important to remember that everyone is unique, and that the size of the ovarian reserve only reflects the egg cell quantity but not their quality or your pregnancy chances. 

Important to note, is that AMH results from different AMH tests or assays are not always comparable. Therefore, it is necessary to interpret the AMH level in the context of the test used. The Bloom Ovarian Reserve Test will provide you with a personalized report and interpretation of the results according to the latest research.

Can the results predict my chances of getting pregnant?

No AMH test can guarantee or predict your chances of getting pregnant, nor confirm infertility. Fertility depends on so many factors, like your age, the quality of your egg cells, genetics but also the environment you are exposed to. As such it is very difficult to make predictions using only AMH.

For example, a woman might have a low number of eggs, yet if the quality of these eggs is good she might still be able to get pregnant.

What is the ovarian reserve?

The ovarian reserve is a term used to describe the quantity and quality of egg cells.

How often should you measure your AMH level?

Overall, AMH levels remain relatively stable throughout the menstrual cycle, and decrease with age after reaching its peak in early adulthood. However, there are a few occasions during which AMH levels can fluctuate such as:

  • During pregnancy and after giving birth. Multiple studies have shown that AMH levels decline during pregnancy. Once the baby is born, however, AMH levels increase again. A recent study showed that AMH levels restore to basal levels within 5 months after giving birth for most women. The speed in which AMH levels restore can vary from woman to woman.

 

  • When taking or recently stopped taking hormonal contraceptives. In many studies, hormonal contraceptives have been shown to lower AMH levels, although they tend to recover - and better reflect the ovarian reserve - starting from three months after discontinuation.

 

  • When taking any biotin containing supplements. Biotin containing supplements can also interfere with the AMH test result

What makes the AMH test stand out compared to other ovarian reserve tests?

In contrast to other ovarian reserve tests, AMH levels remain relatively stable during your menstrual cycle, meaning that it can be measured at any point in time. In addition, the AMH level is a more sensitive marker and easier to perform compared to other ovarian reserve markers, such as Follicle Stimulating Hormone (FSH) and Antral Follicle Count (AFC).

Is the AMH test qualitative or quantitative?

The Bloom Ovarian Reserve Test is a quantitative test, and will provide you with your AMH concentration and a personalized report including the interpretation and fitting recommendations.

What is the difference between egg quality and quantity and how do they relate to pregnancy chances?

Your egg quantity refers to the number of eggs, whereas the quality refers to the condition of the eggs. Pregnancy chances depend on a combination of factors including your egg quantity and quality, which in turn, are influenced by your age, genetic background and environmental factors. This means that having low AMH levels does not necessarily mean that your ovarian reserve is too low to get pregnant.

Are there other methods/tests to measure the ovarian reserve?

Over the years, a number of tests have been developed to assess the ovarian reserve. Examples are the Follicle Stimulating Hormone (FSH) and the Antral Follicle Count (AFC) tests. In contrast to AMH, which can be measured at any day of the cycle through a quick blood test, FSH is preferably measured on the 3rd day of the menstrual cycle, whereas the AFC requires ultrasound equipment and expertise on how to use it. 

Does hormonal contraception affect my AMH levels?

Possibly. Many studies have shown that hormonal contraceptives tend to lower AMH levels. Upon discontinuation of the hormonal contraception, the AMH levels tend to recover and again better reflect the ovarian reserve (starting from three months after the discontinuation).

Which conditions are associated with low AMH levels?

In 10% of women, the ovarian reserve diminishes at a faster rate. Lower AMH levels can be a result of a diminished ovarian reserve, or DOR, which is when the ovarian reserve is low. It might be good to know that having a diminished ovarian reserve does not necessarily mean that a woman is not able to conceive.

AMH levels are also low or undetectable in case of premature ovarian insufficiency (POI), which is a condition characterized by premature egg cell depletion or dysfunction. POI affects 1% of women under the age of 40. 

In case a fertility treatment is considered, low AMH levels could notify the gynecologist about an increased risk for poor ovarian response to ovarian stimulation (which is done during some fertility treatments). Poor ovarian response is a condition in which less than four egg cells are developed after receiving ovarian stimulation treatment. Identifying low AMH levels, ahead of time, could ultimately help to adjust the treatment protocol and dosage.

Which conditions are associated with high AMH levels?

Higher AMH levels can be a result of polycystic ovary syndrome, or PCOS, a common hormonal disorder. PCOS is characterized by irregular menstrual cycles, high levels of male hormones (like testosterone) and polycystic ovaries. PCOS affects somewhere between 8-13% of women of reproductive age. However, many cases remain undiagnosed.

When it comes to certain fertility treatments that include an ovarian stimulation step, high AMH levels can indicate a  risk for ovarian hyperstimulation syndrome. This syndrome is defined as having a strong or excessive reaction to ovarian stimulation treatments. Therefore, identifying high AMH levels, beforehand, could aid in the personalization of fertility treatments. 

Thyroid Test

Cos'è l'ormone stimolante la tiroide (TSH)?

Il TSH - ormone stimolante la tiroide - è il principale regolatore della funzione tiroidea (TSH_MI_TS03) nel corpo umano. Il TSH stesso è secreto dalla ghiandola pituitaria (TSH_MI_TS03, TSH_LW_TS08). 

Perché i livelli di TSH sono importanti?

La misurazione dei livelli di TSH è considerata il miglior test (TSH_MI_TS01, TSH_MI_TS03) per valutare la funzione tiroidea (TSH_MI_TS01) e diagnosticare l'ipotiroidismo (TSH_MI_TS02, TSH_MI_TS03, TSH_LW_TS07).

Per chi è rilevante il Bloom Thyroid Test?

Il Bloom Thyroid Test è adatto a chiunque abbia più di 18 anni, tuttavia, l'esecuzione del test è consigliata a coloro che avvertono sintomi come l'aumento di peso o la perdita di capelli che possono indicare una tiroide poco attiva e vorrebbero fare uno screening per l'ipotiroidismo.

Qual è un valore normale di TSH?

Nella maggior parte dei casi, il riferimento normale per il TSH è compreso tra 0,4 (TSH_LW_TS01, TSH_LW_TS02, TSH_MI_TS03, TSH_LW_TS05, TSH_LW_TS09) e 4,5 mIU/L (TSH_LW_TS03, TSH_LW_TS05, TSH_LW_TS06). Un livello inferiore a 0,4 mIU/L può essere segno di una tiroide iperattiva (chiamato anche ipertiroidismo), mentre un livello di TSH superiore a 4,5 mIU/L indica tipicamente una tiroide ipoattiva (ipotiroidismo).

Cos'è l'ipotiroidismo e quali sono le cause?

L'ipotiroidismo è indicato come uno stato di diminuzione della circolazione e degli ormoni tiroidei, nel corpo umano, che può verificarsi come risultato di un malfunzionamento del sistema ipotalamo-ipofisi-tiroide (TSH_MI_TS03). Nei paesi con sufficiente iodio (TSH_LW_TS12), l'ipotiroidismo è principalmente (TSH_MI_TS03, TSH_LW_TS06, TSH_LW_TS12) causato dal disturbo autoimmune tiroidite di Hashimoto (TSH_LW_TS01, TSH_LW_TS02, TSH_MI_TS03, TSH_LW_TS05, TSH_LW_TS06). Altre cause possono essere la carenza di iodio (TSH_LW_TS02, TSH_MI_TS03), alcuni farmaci (es. amiodarone, litio) (TSH_MI_TS02), trattamenti distruttivi per l'ipertiroidismo (TSH_LW_TS05) o lesioni da irradiazione (TSH_LW_TS01). Potrebbe essere utile sapere che l'ipotiroidismo è più comune nelle donne che negli uomini (TSH_LW_TS06, TSH_LW_TS12).

Quali sono i sintomi dell'ipotiroidismo?

I segni e i sintomi dell'ipotiroidismo possono variare molto da persona a persona (TSH_MI_TS02, TSH_MI_TS03), e dipendono dall'età, così come dalla durata e dalla gravità della carenza tiroidea (TSH_MI_TS02). Alcune persone mostrano solo alcuni sintomi (TSH_LW_TS01, TSH_MI_TS03) o nessuno (TSH_LW_TS01, TSH_LW_TS02). I sintomi comuni includono: 

  • Aumento di peso (TSH_LW_TS02, TSH_LW_TS03, TSH_MI_TS04, TSH_LW_TS06, TSH_LW_TS08)
  • Perdita di capelli (TSH_LW_TS02, TSH_MI_TS04, TSH_LW_TS06, TSH_LW_TS08).
  • Costipazione (TSH_LW_TS02, TSH_LW_TS03, TSH_MI_TS05, TSH_LW_TS06, TSH_LW_TS08) 
  • Affaticamento (TSH_LW_TS02, TSH_MI_TS04, TSH_MI_TS05, TSH_LW_TS06, TSH_LW_TS12) 
  • Pelle secca (TSH_LW_TS03, TSH_LW_TS08, TSH_LW_TS12)
  • Intolleranza al freddo (TSH_MI_TS02, TSH_LW_TS02, TSH_LW_TS03, TSH_MI_TS04, TSH_LW_TS12)

Come può essere rilevato l'ipotiroidismo?

Livelli di TSH elevati e al di sopra del range normale possono essere un'indicazione di ipotiroidismo. (TSH_LW_TS06)

Quanto spesso si dovrebbe misurare il livello di TSH?

Secondo l'American Thyroid Association (ATA), lo screening di tutti gli adulti sopra i 35 anni è raccomandato ogni 5 anni.[!TSH_LW_TS02, TSH_LW_TS12] Tuttavia, non vi è consenso tra le diverse organizzazioni. Le fonti tuttavia concordano sul fatto che con l'età aumenta il rischio di ipotiroidismo [!TSH_LW_TS10, TSH_LW_TS06].

Perché lo iodio è importante per la tiroide?

Lo iodio è un elemento essenziale richiesto dalla tiroide per funzionare correttamente[!, TSH_LW_TS08, TSH_LW_TS01,TSH_LW_TS10] e produrre ormoni tiroidei.[!TSH_MI_TS03] Tuttavia, l'assunzione di iodio in eccesso può anche danneggiare la tiroide. Pertanto, prima di prendere qualsiasi integratore di iodio si consiglia sempre di parlare prima con un medico.

Come si può trattare l'ipotiroidismo?

L'ipotiroidismo è una condizione che può essere trattata con farmaci prescritti.[!TSH_MI_TS07, TSH_LW_TS02, TSH_LW_TS06] 

Il test della tiroide è qualitativo o quantitativo?

Il Bloom Thyroid Reserve Test è un test quantitativo, e vi fornirà la vostra concentrazione di TSH e un rapporto personalizzato che include l'interpretazione e le raccomandazioni di adattamento. 

Shopping Cart
Your shopping cart is empty.
Total

Tax included and shipping calculated at checkout.